Dal 1975 Uniform produce stampi per materie plastiche di alta precisione.

Blog ufficiale

IL FUTURO DELLE LAVORAZIONI
TERMOPLASTICHE: TUTTE LE NOVITÀ
IN MATERIA DI STAMPI AD INIEZIONE
ED EFFICIENZA PRODUTTIVA

IL FUTURO DELLE LAVORAZIONI
TERMOPLASTICHE:
TUTTE LE NOVITÀ
IN MATERIA DI STAMPI
AD INIEZIONE
ED EFFICIENZA PRODUTTIVA

IL FUTURO DELLE LAVORAZIONI TERMOPLASTICHE: TUTTE LE NOVITÀ IN MATERIA DI STAMPI AD INIEZIONE ED EFFICIENZA PRODUTTIVA

IL FUTURO DELLE LAVORAZIONI TERMOPLASTICHE: TUTTE LE NOVITÀ IN MATERIA DI STAMPI AD INIEZIONE ED EFFICIENZA PRODUTTIVA

La durata degli stampi a iniezione è una preoccupazione centrale per le aziende che operano nel settore delle materie plastiche.
L’investimento iniziale in stampi ad iniezione è significativo e le imprese si interrogano sulla loro capacità di sostenere numerosi cicli produttivi prima di richiedere sostituzioni o riparazioni.

La precoce usura degli stampi può influire negativamente sui tempi di produzione, sui costi operativi e, di conseguenza, sulla competitività aziendale.
Per affrontare questa sfida, UNIFORM propone un approccio integrato che combina la scelta dei materiali, la progettazione, rivestimenti avanzati e una manutenzione preventiva accurata.

Vediamo nel dettaglio gli aspetti di cui bisogna tener conto per progettare e costruire degli stampi ad iniezione plastica performanti e di lunga durata.

1. Materiali dei polimeri

La scelta dei materiali gioca un ruolo cruciale nella longevità degli stampi. È importante considerare le caratteristiche specifiche dei polimeri utilizzati.

Esistono, infatti, diverse categorie di polimeri, tra cui polimeri non rinforzati o caricati e quelli più tecnici, rinforzati o caricati.

I polimeri rinforzati, ad esempio, richiedono acciai più resistenti per sopportare l’usura abrasiva. La selezione accurata del materiale giusto è quindi essenziale per prolungare la vita dello stampo.

Un altro fattore critico che riduce la durata degli stampi è la corrosione.

Diversi polimeri contengono filler o additivi specifici; in combinazione lavorano a temperature che accelerano i processi corrosivi. L’acqua di condizionamento e le caratteristiche dei polimeri possono causare corrosione. L’uso di materiali anti-corrosione e rivestimenti speciali può prevenire l’ossidazione e prolungare la vita degli stampi.

2. Progettazione

La progettazione accurata è essenziale per minimizzare l’usura meccanica e prolungare la durata degli stampi.

Gli stampi a iniezione sono, infatti, soggetti a usura meccanica a causa degli attriti tra le parti in movimento. Per questo soluzioni progettuali innovative, come l’ottimizzazione degli accoppiamenti tra le parti, possono ridurre l’usura.

In caso di necessità, possono anche essere applicati rivestimenti tribologici per proteggere le superfici a contatto.

Ricordiamo poi che la precisione nella progettazione e nella lavorazione meccanica è fondamentale: gli stampi devono essere costruiti con la massima precisione per evitare usure precoci.

Per questo l’approccio di UNIFORM è simile a quello di un sarto che “cuce” lo stampo intorno al prodotto specifico, considerando una serie di fattori per garantire la massima durata e prestazioni ottimali.

3. Manutenzione preventiva

La manutenzione preventiva è un aspetto critico per garantire la continuità operativa degli stampi e prevenire fermi macchina non previsti.

Pianificare manutenzioni regolari aiuta a mantenere gli stampi in condizioni ottimali. Questo perché i controlli periodici possono identificare problemi prima che diventino critici, permettendo interventi tempestivi e mirati.

Anche per questo, avere al proprio fianco un fornitore che offre un supporto tecnico continuo e garanzie personalizzate è un valore aggiunto significativo. Programmi come la Garanzia 180 Plus e ExtendaLife di UNIFORM forniscono coperture estese e controlli periodici da parte di tecnici specializzati, garantendo una maggiore sicurezza e affidabilità.

Prolungare la durata degli stampi a iniezione richiede un approccio integrato che consideri attentamente la scelta dei materiali, la progettazione e i rivestimenti, e la manutenzione preventiva.

UNIFORM, con la sua decennale esperienza e un forte focus sull’innovazione tecnologica, si posiziona come un partner affidabile e competente per le aziende del settore delle materie plastiche. Offriamo soluzioni avanzate e personalizzate che rispondono alle specifiche esigenze produttive, garantendo la massima efficienza e affidabilità.

Se vuoi scoprire come UNIFORM può supportare la tua azienda nel raggiungimento di questi obiettivi, contattaci per una consulenza tecnica gratuita e scopri come i nostri programmi di garanzia e manutenzione possono fare la differenza nel tuo processo produttivo.
Con UNIFORM Experience, hai l’opportunità di testare le nostre soluzioni innovative senza vincoli finanziari, garantendoti un percorso chiaro e privo di rischi verso una maggiore efficienza e sostenibilità.

La sostenibilità è ormai da tempo un tema fondamentale in molteplici settori e le aziende che vogliono restare al passo con i tempi ed essere competitive sul mercato devono fare i conti con l’impatto che hanno sull’ambiente.

Il settore degli stampi a iniezione non fa differenza, anzi. Quali opportunità hanno le aziende che utilizzano questi prodotti per rendere sempre più sostenibile il proprio processo produttivo?

In questo post del blog ti delineo brevemente alcuni scenari.

L’efficientamento energetico

Lo sapevi che alcuni semplici accorgimenti sullo stampo potrebbero farti risparmiare sui consumi energetici?

Ti pongo questa domanda perché la sostenibilità è legata al tema dell’efficientamento energetico degli stampi.

Nelle applicazioni in cui è necessario che gli stampi siano caldi e mantengano costantemente una certa temperatura, è prevedibile un consumo energetico.
In questi casi possono essere utilizzati degli elementi specifici per isolare lo stampo, contribuendo a ridurre la quantità di energia impiegata per il suo riscaldamento.
Altresì una scelta adeguata del sistema di iniezione, permette di ottenere un risparmio energetico considerevole.

Sicuramente il tema dell’efficientamento energetico dello stampo è strettamente legato al know-how tecnologico del produttore che, per rispondere a questo tipo di necessità, deve essere in grado di esplorare con costanza nuove tecnologie e lo stato dell’arte.

Quando scegliere questo tipo di prodotto?

Solitamente noi di Uniform proponiamo questo tipo di soluzioni ad aziende che utilizzano certe famiglie di polimeri in quantità rilevanti e consigliamo sempre di fare un’analisi del ritorno dell’investimento prendendo in considerazione il risparmio energetico in relazione alla durata dello stampo.

Stampi a iniezione per polimeri riciclati

Un altro aspetto che coinvolge il rapporto tra la sostenibilità e la scelta dello stampo è legato alla composizione del polimero iniettato; infatti le aziende, in particolare chi opera nel settore del packaging, devono tenere conto degli obblighi, sempre più stringenti, legati all’utilizzo di polimeri che contengano almeno una percentuale di materiale riciclato.

I polimeri riciclati non hanno le stesse caratteristiche di stampabilità del polimero vergine: sono più fluidi, tendono a sbavare di più e a dare origine a una maggiore quantità di scarti e difetti dal momento che non hanno le stesse proprietà chimiche e meccaniche.

Tutto questo in che modo influisce sullo stampo?

Il costruttore deve tenere in considerazione questi aspetti, prestando la massima attenzione alla sua progettazione e alle tolleranze di costruzione; sono, pertanto, necessarie una maggior competenza e precisione nella realizzazione dello stampo.

Le aziende che operano in determinati settori si troveranno sempre di più di fronte a questo tipo di problematiche dal momento che la normativa europea, e non solo, richiede un uso sempre maggiore di materiali riciclati.

Il futuro di alcuni settori, pensiamo al packaging per esempio, va in questa direzione.

Di conseguenza i produttori di stampi a iniezione sono chiamati a innovare costantemente la propria produzione, studiando nuove soluzioni tecnologiche in grado di accompagnare le aziende nel loro percorso verso una sempre maggiore sostenibilità.

E quindi, le aziende cosa dovranno fare in futuro, cambiare tutti gli stampi?

Sicuramente le aziende dovranno adeguarsi alle normative, seguendo anche le evoluzioni del mercato (mi riferisco in particolare al settore del packaging di plastica, in costante sviluppo). Gli stampi a iniezione dovranno essere in grado di sostenere questi cambiamenti: in alcuni casi bastano alcuni accorgimenti per poter continuare a utilizzare gli stessi stampi, nonostante sia cambiata la composizione del polimero; in altri va progettato uno stampo ad hoc.

Quello che è sicuro se parliamo del futuro degli stampi a iniezione è che qualsiasi cambiamento legato alla sostenibilità del processo produttivo o all’efficientamento energetico degli stampi deve essere accompagnato da un forte know-how tecnologico; il fornitore che scegli dev’essere costantemente aggiornato sulle innovazioni del settore in modo da garantirti un prodotto che non diventi obsoleto in breve tempo.

A tal proposito, noi di UNIFORM siamo particolarmente attenti all’innovazione tecnologica e alla sostenibilità produttiva dei nostri clienti.

La nostra decennale esperienza ci ha resi un punto di riferimento sul mercato della progettazione e produzione di stampi a iniezione di alta precisione per materie termoplastiche.

Se vuoi accedere alle potenzialità delle soluzioni innovative di UNIFORM senza vincoli o rischi finanziari, UNIFORM Experience è l’opportunità che stavi cercando. Questa iniziativa ti offre la possibilità di testare i servizi di UNIFORM in un contesto altamente flessibile e a basso rischio.

Oggi voglio raccontarti di una nostra recente attività di marketing che, grazie a una fruttuosa collaborazione con altri partner, ha previsto una fase di ricerca preliminare per poi svilupparsi a livello produttivo.

Nei mesi scorsi noi di Uniform, in collaborazione con Ewikon, azienda produttrice di alte tecnologie per lo stampaggio a iniezione abbiamo iniziato a riflettere su come sviluppare un’attività di marketing da presentare alle fiere e agli eventi di settore.

L’idea iniziale era quella di promuovere le aziende in modo innovativo e al tempo stesso proporre una riflessione sulle attuali tecnologie di stampaggio e sui loro potenziali sviluppi futuri, tenendo sempre presente il tema della sostenibilità.

E proprio in quest’ottica che abbiamo coinvolto altre quattro aziende del settore:

  • Guzman Polymers, fornitore di polimeri e biopolimeri; 
  • Wittmann Group, produttrice di macchinari per lo stampaggio a iniezione; 
  • Kistler, leader nelle tecnologie digitali per la misurazione e analisi dei dati provenienti dalle macchine di stampaggio.
  • Chem Trend, produttrice di distaccanti per gli stampi e sistemi per il cambio colore;

Dalle aziende coinvolte è emersa la necessità di creare un gadget sostenibile e riutilizzabile da distribuire agli eventi fieristici con l’obiettivo di mostrare le modalità di produzione, le tecnologie utilizzate, la scelta dei materiali, etc. Insomma, una strategia di marketing innovativa per raccontare il modus operandi dell’intera filiera.

Con queste premesse abbiamo pensato di coinvolgere gli studenti del Corso di Laurea in Design dello IUAV con sede a Vicenza, offrendo loro l’opportunità di impegnarsi in un progetto di ricerca, successivamente tradotto in una concreta produzione industriale.

Agli studenti sono state fornite delle specifiche progettuali molto precise: valorizzare le potenzialità dello stampaggio a iniezione avanzato attraverso la progettazione di un piccolo oggetto in polimeri provenienti da fonti rinnovabili, con un’utilità concreta, da distribuire durante le manifestazioni fieristiche.

Sono stati presentati ben 23 progetti; tra questi noi, insieme alle altre aziende coinvolte, abbiamo selezionato il progetto vincitore, Jaketa.

Jaketa è un appendino pieghevole da viaggio, compatto e portatile, ideato dagli studenti Giulio Alberto Bortignon, Sara Griggio e Nicola Peron. Questo innovativo prodotto è stato messo in produzione e regalato al MECSPE a Bologna, la Fiera Internazionale di riferimento per l’Industria Manifatturiera. In quest’occasione, le aziende hanno prodotto “Jaketa” durante la manifestazione all’interno del proprio stand.

La dimostrazione pubblica del processo produttivo e la distribuzione di Jaketa al pubblico presente sono elementi fondamentali di quest’attività; infatti, non solo è stata industrializzata un’idea di marketing ma, al tempo stesso, è stata anche fatta una riflessione sull’apporto innovativo dell’oggetto che doveva differenziarsi dai soliti gadget che solitamente si distribuiscono in queste occasioni

Noi di Uniform presenteremo questo progetto e il prodotto finito anche a Smart Plastics 2024, il convegno dedicato ai professionisti che operano nel mondo dei polimeri ad alte prestazioni per applicazioni industriali.

Lo sviluppo di quest’attività di marketing è stata per noi anche un’occasione per riflettere sugli sviluppi futuri della filiera grazie all’integrazione di diverse competenze e capacità tecnologiche da parte degli operatori del settore.

Se sei alla ricerca di un fornitore attento all’innovazione tecnologica e alla sostenibilità produttiva, noi di UNIFORM possiamo aiutarti.

La nostra decennale esperienza ci ha resi un punto di riferimento sul mercato della progettazione e produzione di stampi ad iniezione di alta precisione per materie termoplastiche.

Se vuoi accedere alle potenzialità delle soluzioni innovative di UNIFORM senza vincoli o rischi finanziari, UNIFORM Experience è l’opportunità che stavi cercando. Questa iniziativa ti offre la possibilità di testare i servizi di UNIFORM in un contesto altamente flessibile e a basso rischio.

Uno dei timori delle aziende che acquistano stampi ad iniezione per materie termoplastiche è la durata dello stampo.

Alla luce dell’investimento iniziale, ci si chiede immediatamente quanti cicli produttivi sarà in grado di compiere lo stampo.

È un timore più che legittimo e pertanto cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in questo post.

Partiamo con il cercare di capire quali sono le cause che determinano una precoce usura degli stampi e a cosa prestare attenzione.

La tipologia di polimero iniettato

Come già saprai, esistono diverse tipologie di polimeri e possiamo fare una prima distinzione tra quelli non rinforzati o caricati e quelli più tecnici, rinforzati o caricati. In base alla loro composizione presentano caratteristiche diverse che vanno prese in considerazione quando si sceglie il tipo di acciaio per la costruzione dello stampo.

La scelta del giusto materiale contribuisce ad allungare la vita dello stampo.

La corrosione

La corrosione è un altro fenomeno che riduce la vita degli stampi. A seconda del materiale plastico che viene iniettato nello stampo, questo deve avere la giusta temperatura; alcune plastiche chiedono, per esempio, che lo stampo sia ad una temperatura di 10° C, altri di 100° C o più.

Per mantenere gli stampi della giusta temperatura, si utilizzano dei liquidi (acqua o olio); l’acqua può portare alla corrosione. E anche in questo caso è importante scegliere un materiale resistente all’ossidazione.

Un altro fenomeno tipico riguarda la condensa: in estate i capannoni produttivi sono molto caldi (possono arrivare anche a una temperatura di 37° C), quando gli stampi sono invece condizionati a 15° C – 20° C. Si crea, pertanto, uno strato di condensa sullo stampo che porta all’ossidazione dell’acciaio.

Oltra alla scelta dell’acciaio, in questi casi si possono utilizzare anche dei particolari rivestimenti che proteggono lo stampo sia dall’abrasione che dalla corrosione.
Di rivestimenti ne esistono molteplici, un produttore esperto e competente deve saper selezionare la giusta combinazione di materiale e rivestimento in base alle specifiche esigenze del cliente.

L’usura meccanica

Gli stampi che si trovano sul mercato hanno una garanzia di 1 o 2 milioni di cicli; se un ciclo dura mediamente 10 secondi, questo significa che lo stampo lavorerà per almeno 10 milioni di secondi. Sto facendo un calcolo approssimativo solo per farti capire a quali “sforzi” è sottoposto lo stampo.

A tal proposito ricordiamo che lo stampo è fatto da parti meccaniche in movimento che con il passare del tempo si usurano a causa degli attriti.

Determinate soluzioni progettuali possono ridurre l’usura legata agli attriti meccanici; mi riferisco per esempio allo studio degli accoppiamenti tra le parti che si devono toccare solo quando necessario. Nel caso in cui non si possano mettere in atto questi accorgimenti progettuali allora si devono prevedere degli appositi rivestimenti antifrizione.

Pertanto per evitare che le parti si usurino a causa della frizione, queste devono essere perfettamente bilanciate, frutto di una precisa progettazione e di un’accurata lavorazione meccanica.

Se gli stampi non sono progettati correttamente, si rischiano dei fenomeni di usura precoce.

Alla luce di tutte queste considerazioni quando pensi al tuo produttore di stampi, immagina il lavoro di un sarto: lo stampo deve essere cucito addosso al prodotto che si deve stampare, tenendo ben presenti tutta una serie di fattori.

Noi di UNIFORM ci vediamo proprio così, come dei sarti capaci di tradurre in un prodotto tutte le tue esigenze produttive. La nostra decennale esperienza ci ha resi un punto di riferimento sul mercato della progettazione e produzione di stampi ad iniezione di alta precisione per materie termoplastiche.

Visto che la tua serenità è la nostra priorità, ti offriamo delle garanzie su misura nel ciclo di vita del tuo packaging:

  • Garanzia 180 Plus include un supporto post-vendita eccezionale, assicurandoti operatività serena e senza intoppi.
  • Garanzia ExtendaLife offre una copertura fino a 3 anni e 3 milioni di cicli. Include controlli periodici da parte di tecnici specializzati e la possibilità di effettuare questi controlli nei nostri stabilimenti, per una sicurezza senza eguali.

A questo punto non ti resta che metterci alla prova; grazie a UNIFORM Experience puoi testare una gamma completa dei nostri servizi senza alcun vincolo.

Seguici

Recenti

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.